skip to Main Content
immagine_testata_prova2

Cabu Cabu Spot #4

C’è più di un modo per dire Cabu Cabu
#SpargiLaVoce
#SostieniCabuCabu

VIDEO INTERVISTE

CABU CABU è il primo cortometraggio della cooperativa Esserci.
E’ il nostro modo di raccontare le mille storie che incontriamo tutti i giorni nei nostri progetti.
Sostenente CABU CABU cliccando qui:
www.produzionidalbasso.com/project/cabu-cabu/
C’è tempo fino all’8 agosto!

L’ARTICOLO DI TORINO OGGI DEDICATO A CABU CABU

leggi l’articolo

TUTTO QUELLO CHE C’E’ da sapere su CABU CABU

Tutto quello che c’è da sapere su CABU CABU lo trovi nella sezione FAQ.
14 punti in cui è spiegato nei dettagli in cosa consiste il progetto, come è nato e come si svilupperà nei prossimi mesi.
Vai alla pagina FAQ.

Cabu Cabu Spot #2

Cosa pensa la gente dell’immigrazione?

#SOSTIENI CABU CABU

3 buoni motivi per sostenere CABU CABU

Aperitivo di presentazione

Cabu Cabu Spot #1

CABU CABU sarà un film ambientato a Torino.
Il Consiglio d’Europa ha inserito Torino al quinto posto – unica italiana – tra le città che attuano buone politiche di integrazione tra le diverse culture.

Il soggetto

Mamadou è un giovane senegalese simpatico e brillante che vive a Torino dove esercita l’attività di cabu-cabu, una sorta di taxista abusivo utilizzato dalla comunità senegalese. Un giorno, mentre deve consegnare una borsa sospetta dall’altra parte della città, è distratto dalla vista di Aaida, una bellissima ragazza di origini nigeriane. L’incontro degli sguardi dei due giovani darà il via ad una serie di incontri e scontri con altre persone che saliranno sul taxi di Mamadou facendogli ritardare la consegna della borsa…

Chi sono i Cabu Cabu


Sono tassisti africani, con patente del loro paese e senza licenza che circolano per le strade delle nostre città. Portano in giro le persone, vanno a prendere chi arriva alla stazione dei treni, aiutano chi si trasferisce da una città all’altra, accompagnano le donne dal mercato a casa.
Talvolta accompagnano anche delinquenti per qualche euro extra.
Il loro servizio è esclusivo per gli africani.

Cabu Cabu Spot #4

C’è più di un modo per dire Cabu Cabu
#SpargiLaVoce
#SostieniCabuCabu

VIDEO INTERVISTE

CABU CABU è il primo cortometraggio della cooperativa Esserci.
E’ il nostro modo di raccontare le mille storie che incontriamo tutti i giorni nei nostri progetti.
Sostenente CABU CABU cliccando qui:
www.produzionidalbasso.com/project/cabu-cabu/
C’è tempo fino all’8 agosto!

L’ARTICOLO DI TORINO OGGI DEDICATO A CABU CABU

leggi l’articolo

TUTTO QUELLO CHE C’E’ da sapere su CABU CABU

Tutto quello che c’è da sapere su CABU CABU lo trovi nella sezione FAQ.
14 punti in cui è spiegato nei dettagli in cosa consiste il progetto, come è nato e come si svilupperà nei prossimi mesi.
Vai alla pagina FAQ.

Cabu Cabu Spot #2

Cosa pensa la gente dell’immigrazione?

#SOSTIENI CABU CABU

3 buoni motivi per sostenere CABU CABU

Aperitivo di presentazione

Cabu Cabu Spot #1

CABU CABU sarà un film ambientato a Torino.
Il Consiglio d’Europa ha inserito Torino al quinto posto – unica italiana – tra le città che attuano buone politiche di integrazione tra le diverse culture.

Il soggetto

Mamadou è un giovane senegalese simpatico e brillante che vive a Torino dove esercita l’attività di cabu-cabu, una sorta di taxista abusivo utilizzato dalla comunità senegalese. Un giorno, mentre deve consegnare una borsa sospetta dall’altra parte della città, è distratto dalla vista di Aaida, una bellissima ragazza di origini nigeriane. L’incontro degli sguardi dei due giovani darà il via ad una serie di incontri e scontri con altre persone che saliranno sul taxi di Mamadou facendogli ritardare la consegna della borsa…

Chi sono i Cabu Cabu


Sono tassisti africani, con patente del loro paese e senza licenza che circolano per le strade delle nostre città. Portano in giro le persone, vanno a prendere chi arriva alla stazione dei treni, aiutano chi si trasferisce da una città all’altra, accompagnano le donne dal mercato a casa.
Talvolta accompagnano anche delinquenti per qualche euro extra.
Il loro servizio è esclusivo per gli africani.

Back To Top